Home

Indietro

 

   Dopo il successo della XXXI edizione, l’organizzazione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo è al lavoro per organizzare la XXXII edizione che si terrà da venerdi 8 luglio a sabato 9 luglio 2011.
La cerimonia di consegna dei premi sarà ripresa – come è tradizione - dalla RAI, mentre il dibattito sul tema dell’anno sarà interamente ripreso da SKY TG24 , che già lo scorso anno ha mandato in onda quattro “speciali” sui dibattiti svolti in occasione del Premio.
La giuria che assegnerà i riconoscimenti sarà composta da esponenti del mondo dell’informazione delle principali testate internazionali. Ad assegnare il premio “Giornalista dell’anno” saranno, tra gli altri Mario Orfeo, Gianni Riotta, Virman Cusenza, Luigi Contu, Roberto Napoletano, Peter Stothard, Emilio Carelli, David Grossman, Giuseppe Marra.
Anche quest’anno sul nuovo sito del premio Ischia (www.premioischia.it) si terranno le votazioni on line per assegnare il riconoscimento del settore. Lo scorso anno in soli quattro mesi il sito del premio ha avuto ben 120mila contatti individuali e oltre 12mila voti. Sono stati coinvolti i principali blogger italiani. In giuria - oltre alla coordinatrice Cristina Tagliabue - i responsabili dei siti web del Corriere della sera, La Stampa, Repubblica, Il Sole 24 ore, Ansa e Adnkronos.
Un premio verra’ inoltre assegnato al ’’Giornalista sportivo”.
Oltre alle tradizionali sezioni la Fondazione Premio Ischia ha patrocinato, tra l’altro, la II edizione di un concorso giornalistico, riservato ai giovani studenti delle scuole secondarie denominato “Robert F. Kennedy Europe High School and University Journalism Award” al fine di sensibilizzare i futuri operatori dell’informazione sulla questione dei diritti umani nel mondo.
Coca-Cola HBC Italia bandirà un concorso riservato agli studenti, ai quali sarà richiesto di redigere un’inchiesta sulla responsabilità sociale d’impresa. Il premio consisterà nella possibilità di effettuare, al termine del corso, uno stage di 6 mesi retribuito presso l’Agenzia di Stampa AdnKronos, oltre ad essere inviato speciale a Ischia per “InWave”, house organ di Coca-Cola HBC Italia. Al vincitore verrà inoltre riconosciuta una borsa di studio alla memoria della giornalista Grazia Maria Di Donna, scomparsa nel 2008, del valore di 5.000 € (cinquemila euro).
Coca-Cola HBC Italia intende coinvolgere, attraverso uno specifico bando di concorso, gli allievi di due classi del Master in Marketing e Comunicazione della Business School del Sole-24 Ore della sede di Roma che verranno suddivisi in alcuni gruppi di lavoro; a ciascun gruppo verrà richiesto di mettere a punto un progetto di comunicazione di impresa per la sostenibilità ambientale, assegnando un’analisi relativa a differenti comparti merceologici.
Oltre all’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il Premio Ischia avrà i patrocinii Istituzionali della Regione Campania e della Provincia di Napoli, della Federazione Italiana della Stampa e dell’Ordine dei Giornalisti.
Il Premio intende porsi, non solo come mero riconoscimento alla carriera o come strumento di promozione turistica, ma come occasione di riflessione sulle sfide che il giornalismo si trova ad affrontare nel nuovo mondo della comunicazione globale. Il progetto punta ad una maggiore attenzione al mondo dei giovani ed ai fenomeni della comunicazione connessi alle nuove tecnologie. Giornalisti italiani e stranieri si confronteranno sui grandi temi del nostro tempo, in vari giorni di dibattiti, mostre fotografiche ed incontri, con la partecipazione degli studenti delle varie Università di giornalismo italiane e straniere.
Il Premio si è distinto in questi anni per un’intensa attività culturale rivolta prevalentemente al giornalismo e al rapporto tra il mondo dell’informazione e gli altri settori della cultura e dell’economia.
L’albo d’oro è ricchissimo di nomi di grande importanza nel panorama dell’informazione nazionale e internazionale: Indro Montanelli, Walter Cronkite, Ezio Mauro, Giovanni Spadolini, Giulio Andreotti, Mario Cervi, Peter Arnett, Demetrio Volcic, Ugo Stille, Enzo Biagi, Giorgio Bocca, Alberto Ronchey, Piero Angela, Carlo Rognoni, Guglielmo Zucconi, Sergio Zavoli, Paolo Mieli, Harrison E. Salisbury, Eugenio Scalfari, Jean Marie Colombani, Bruno Vespa, Peter Stothard, Jesus Ceberio, Giovanni Di Lorenzo, Jean Daniel, David Grossman, Timothy Gardon Ash, Armando Valladares e tanti altri.
La Fondazione Premio Ischia, organizzatrice dell’evento, è un ente con riconoscimento di personalità giuridica,nato per volontà della famiglia Valentino e della Regione Campania.
La Fondazione edita ogni anno la rivista ufficiale del Premio, ospitando articoli dei principali editorialisti sui temi di maggiore attualità. La pubblicazione bilingue ha una tiratura di 30.000 copie ed è distribuita - oltre che in occasione della serata finale - nelle segreterie di redazione della maggior parte dei giornali (quotidiani e periodici italiani ed europei) negli alberghi e nei punti di maggior interesse turistico dell’isola d’Ischia.